Condizioni generali di vendita e fornitura della KABELSCHLEPP ITALIA SRL

 

(Ver.: 11/2009)

 I. Informazioni generali

  1. Le Condizioni di Vendita e i Termini di Consegna generali, qui elencati sono gli unici applicabili ai nostri prodotti e alla loro spedizione. Non accettiamo condizioni d’acquisto stipulate dall’Acquirente che vadano a nostro svantaggio e non rispettino le condizioni generali qui riportate. 
    I contratti di vendita si intendono sempre perfezionati a Busto Arsizio anche se stilati altrove.

 II. Offerte

  1. I documenti allegati alle nostre offerte come disegni, specifiche tecniche, dati sul peso e sulle dimensioni dei prodotti, devono essere considerate come indicative a meno che non siano espressamente dichiarate come vincolanti.

    Ci riserviamo i diritti di proprietà industriale e i diritti d’autore per quanto riguarda i preventivi, i disegni e gli altri documenti; questi non devono essere resi noti a terzi. Gli studi tecnici realizzati per l’Acquirente possono essere resi noti a terzi solo dopo aver ottenuto il consenso dell’Acquirente.
  2. Le conferme d'ordine sono rilevanti solo per i termini di spedizione. 
  3. Sono consentite consegne parziali.


IV. Prezzi, Condizioni di Pagamento

  1. I prezzi sono da intendersi, in mancanza di accordi particolari, netti e franco Kabelschlepp Italia con incluso il carico presso i nostri stabilimenti ma con l’imballo e lo scarico esclusi.
  2. I prezzi sono IVA esclusa. L'importo del'IVA viene indicato separatamente all'emissione della fattura. 
  3. In caso di mancato o ritardato pagamento verranno addebitati gli interessi di mora come da Dgls 9/10/2002 N.231 Art.4 e 5. 

V. Termini di consegna e spedizione 

  1. I termini di consegna concordati e/o confermati NON sono essenziali e sono indicativi. L’Acquirente NON ha diritto di avanzare pretese di alcun genere e tipo per eventuali ritardi di consegna.

  2. Il termine di consegna viene considerato rispettato quando la merce ha lasciato lo stabilimento del Fornitore prima della scadenza o comunque è stato reso noto all’Acquirente che il materiale è pronto per la spedizione. 
  3. Nel caso in cui ci fosse un ritardo nel ritiro da parte dell’Acquirente, ci riserviamo il diritto di addebitargli i costi di immagazzinamento e, trascorso un termine adeguato, di spedire il materiale con costi a suo carico.
  4. Nel caso in cui ci fosse un’inadempienza del termine di consegna per causa di forza maggiore, per agitazioni sindacali o altri fattori simili,che non dipendono dalla volontà del Fornitore, i tempi di consegna devono essere prolungati in modo adeguato.

  5. I termini di spedizione sono specificati dagli accordi stipulati tra le parti contrattuali, il cui rispetto è legato al presupposto che tutte le questioni commerciali e tecniche fra le parti siano state chiarite e che l’Acquirente rispetti tutti gli obblighi a suo carico come, ad esempio, la produzione di tutti i documenti necessari, il benestare dei disegni o il pagamento di un acconto. Nel caso in cui non avvenisse ciò i tempi di consegna verranno prolungati in modo proporzionale. Questa condizione non si presenta nel caso in cui sia il Fornitore ad essere in ritardo con la consegna.

VI. Trasferimento di rischio

  1. La merce viaggia sempre a rischio e pericolo dell'Acquirente anche quando spedita in porto franco. 


VII. Resi

  1. L'Acquirente non ha diritto ad effettuare resi di merce se non specificamente concordati e secondo le condizioni che verranno stabilite di volta in volta.

VIII. Riserva di proprietà

         Manteniamo la riserva di proprietà della merce spedita fino al ricevimento
         di tutti i pagamenti, secondo l'Art. 1523 CC. 



IX. Garanzie

Il fornitore dà una garanzia nei seguenti punti in caso si presentasse qualsiasi difetto nella qualità del prodotto, escludendo eventuali ulteriori 

Difetto della cosa 

Tutti i componenti che mostrino dei difetti sorti prima del trasferimento di proprietà, devono essere sistemati oppure, a scelta del Fornitore, possono essere spedite nuove parti. L’accertamento di tali difetti deve essere tempestivamente comunicato al Fornitore in forma scritta. Le parti sostituite diventano di proprietà del Fornitore.

L’Acquirente accetta di garantire al Fornitore il tempo e le modalità necessarie per poter apportare tutte le modifiche utili al miglioramento della cosa, dopo aver preso accordi con il Fornitore; in caso contrario il Fornitore è libero da qualsiasi responsabilità legata alla cosa. Solo in casi di pericolo grave ed  immediato per la sicurezza caso del quale il fornitore deve essere immediatamente informato per iscritto, l’Acquirente ha il diritto di sistemare da solo il difetto o di istruire una terza parte affinché rimedi al difetto e di chiedere un risarcimento per le spese che ha affrontato a causa della mancanza del Fornitore.

In caso di accettazione della giustificazione del reclamo i costi di sistemazione del difetto o di sostituzione sono a carico del Fornitore  esclusi i costi di spedizione così come quelli di montaggio e smontaggio. Nel caso in cui fosse necessario  l’intervento fuori dalla sede del Fornitore di uno staff tecnico dello stesso, i costi di viaggio e di trasferta di quest’ultimo sono a carico dell’Acquirente

L’Acquirente ha diritto di recedere dal contratto, secondo i termini di legge, se il Fornitore - tenendo in considerazione le eccezioni legislative - non è in grado di risolvere il problema nel limite di tempo concordati.

Di seguito i casi in cui non viene concessa alcuna garanzia poiché non attribuibili al Fornitore: uso inadatto o inappropriato, assemblaggio o messa in opera errati da parte dell’Acquirente o di una terza parte, usura ed logoramento naturali, utilizzo errato o negligente, manutenzione inappropriata, beni inadatti, strutture mancanti, cantiere edile difettoso, influssi chimici, elettrochimici o elettrici.

Se l’Acquirente o una terza parte non riesce a rimediare al difetto o rimedia in modo inadeguato, il Fornitore non si assume la responsabilità per le conseguenze provocate da ciò. Lo stesso discorso vale nel caso in cui vengano apportate delle modifiche al prodotto originale senza aver ottenuto precedentemente l’approvazione del Fornitore.

In ogni e qualsiasi caso il valore massimo della garanzia non può superare il valore del prodotto fornito.

Vizi giuridici

Nel caso in cui l’utilizzo della merce porti ad una violazione dei diritti di proprietà industriali o dei diritti d’autore del mercato nazionale, il Fornitore deve garantire all’Acquirente, a sue spese, i diritti necessari per l’utilizzo o deve modificare il prodotto per conto dell’Acquirente, in modo che non ci sia più una violazione dei diritti d’autore. Se ciò non è possibile in condizioni economiche ragionevoli o in un periodo di tempo adeguato, l’Acquirente ha il diritto di recedere dal contratto. Il Fornitore, inoltre, si assume la totale responsabilità di qualsiasi reclamo contestato o meno dal proprietario dei diritti d’autore e riconosciuto da un tribunale.

Gli obblighi del Fornitore sono validi solo se:

  • l'Acquirente informa tempestivamente il Fornitore di qualsiasi violazione di diritti o del diritto d'autore
  • l'Acquirente ha informato il Fornitore in un periodo di tempo appropriato prima che venisse sollevato qualsiasi reclamo cioè ha dato al fornitore l'opportunità di apportare delle modifiche 
  • il Fornitore si riserva il diritto di prendere o evitare di prendere misure incluse quelle che vanno oltre le regolamentazioni giuridiche
  • il difetto di proprietà non è stato causato da istruzioni date dall'Acquirente
  • il difetto di proprietà non è stato causato dall'Acquirente che non ha agito di propria volontà, modificando il prodotto in maniera contraria a come stabilito dall'Accordo

X. Periodi di limitazione

Tutti i reclami da parte dell’Acquirente – a prescindere dalle basi legali su cui sono costituiti – cadono in prescrizioni dopo 12 mesi dalla consegna come definita nel paragrafo V . In caso di comportamento intenzionale o fraudolento così come in caso di reclami, secondo Leggi sulla Responsabilità del Prodotto, si devono applicare i limiti imposti dalla legge.


XI. Utilizzo di Software

Poiché per il trattamento degli ordini è utilizzato un sistema software, l’Acquirente ha il diritto non esclusivo di utilizzo dello stesso inclusa la documentazione. L’utilizzo è limitato all’articolo progettato per quel particolare uso.

L’utilizzo del software in più di più sistema è severamente proibito.

L’Acquirente può riprodurre o revisionare il software solo nei limiti stabiliti per legge o a convertirlo da codice oggetto a codice fonte. L’Acquirente si impegna a non rimuovere nessuna specifica inserita dal Fornitore – in particolare i riferimenti ai diritti d’autore, se non ha prima ottenuto l’autorizzazione da parte del Fornitore.

Qualsiasi altro diritto per quanto riguarda il software e la documentazione incluse le copie è di proprietà del Fornitore cioè del gestore del software.

Non è possibile ottenere sottolicenze.


XII. Varie

  1. Ulteriori accordi, rettifiche e garanzie possono essere applicabili solo se confermate da noi in forma scritta.

  2. In mancanza di accordi scritti le presenti condizioni si intendono accettate con la ricezione della merce da parte dell'acquirente. 

  3. Eventuali tolleranze da parte del Fornitore d'infrazioni anche reiterare agli obblighi dell'Acquirente non potranno mai costituire precedente nè infimare la validità delle presenti condizioni.
  4. Per qualsiasi controversia è stabilita inderogabilmente la competenza giudiziaria del foro di Busto Arsizio. 

© 2016 TSUBAKI KABELSCHLEPP GmbH